Lavoratori in ambienti atipici: servono stima, comfort e connessione

Il tema dell’innovazione, con l’ingresso dei robot e dell’intelligenza artificiale nel mondo del lavoro, è stato trattato alla Conferenza sulla Qualità della Vita organizzata da Sodexo insieme alle particolari situazioni e alle specifiche esigenze dei lavoratori in ambienti atipici

La discussione ha affrontato le condizioni di chi opera in particolari ambiti, spesso legati alla mobilità: che siano a bordo di una portaerei o che scarichino i bagagli in un hub aeroportuale, i dipendenti devono sentirsi valorizzati. La sicurezza e il comfort sono importanti perché danno un senso di benessere; inoltre, quando i dipendenti si sentono bene al lavoro e c’è spirito di squadra, hanno migliori performance. Ma in futuro, e forse non troppo lontano, tali considerazioni potrebbero diventare secondarie se l’intelligenza artificiale (AI) favorirà un maggiore uso di robot che sostituiranno il lavoro umano.

A lungo lontani da casa

Secondo il capitano Eric Malbrunot, una delle più grandi sfide a bordo di una portaerei è la mancanza di certezza riguardo la durata di ogni missione. Per ragioni tecniche e di sicurezza, l’equipaggio non ha accesso a Internet e ai social media, il che può essere particolarmente problematico per i membri più giovani. “Chi si imbarca su una portaerei sa quando parte ma non quando tornerà. Ciò mette l’equipaggio in una situazione particolare”, ha dichiarato Malbrunot. Una nave portaerei è un ambiente molto isolato, nonostante le dimensioni. “Per mantenere alto il morale, la cosa più importante è dare un senso, spiegare alla gente perché siamo qui e per quanto tempo. Dobbiamo avere spirito di squadra”, ha aggiunto Malbrunot.
Anche gli equipaggi degli aerei devono affrontare la lontananza dalle loro famiglie. Le Southwest Airlines hanno messo il comfort e il benessere dei dipendenti al centro della loro filosofia: “La nostra regola d’oro è trattare le persone con rispetto, i nostri dipendenti sono orgogliosi di prendersi cura l’uno dell’altro”, ha detto Cheryl Hughey, Direttore generale cultura Southwest Airlines.

L’accesso è fondamentale

L’accesso alle informazioni è molto importante, sia per le aziende, sia per le persone. Internet si è diffuso in tutto il mondo. In Kenya, ad esempio, la penetrazione di Internet ha raggiunto l’88%, contando la banda larga mobile, mentre 10 anni fa era solo l’8%. Internet offre alle persone l’accesso alle informazioni sulla salute e il benessere di cui hanno bisogno per condurre una vita migliore. “Accedere alla connettività non è più solo piacevole, è essenziale”, ha affermato Juliana Rotich di BRCK Inc. e Africa Technology Ventures.

Super macchine

È molto probabile che a un certo punto di questo secolo, una macchina super intelligente emergerà dalla ricerca all’intelligenza artificiale (AI). Ciò è ancor più probabile se le macchine stesse saranno più coinvolte in questa ricerca, ha dichiarato Nick Bostrom, filosofo e Professore all’Università di Oxford, Direttore fondatore del Future of Humanity Institute. La maggior parte dei robot industriali sono attualmente preprogrammati dagli esseri umani, ma in futuro potrebbero essere i robot stessi a lavorare sui cambiamenti e sui miglioramenti. “Non è chiaro quanto ciò sia lontano, ma c’è una buona probabilità che alcune persone possano vederlo accadere nel corso della loro vita”, ha aggiunto Bostrom.
In quest’ambito, ci sono sfide particolari che riguardano le donne. Le giovani donne non vedono ancora l’IA come un’area di interesse. Bisogna agire per attirare di più le donne. “Una volta che inizi a spingere, i confini iniziano a muoversi”, ha detto Anousheh Ansari, cofondatrice e Presidente di Prodea Systems.